SVEZZAMENTO NEONATI, QUANDO E’ IL MOMENTO GIUSTO PER IL TUO BAMBINO?

SVEZZAMENTO NEONATI, QUANDO è IL MOMENTO GIUSTO PER IL TUO BAMBINO?

SVEZZAMENTO NEONATI, LE DIRETTIVE DELL'OMS

Quando arriva il momento dello svezzamento neonati, è sempre una fase molto importante e delicata che richiede la giusta informazione….

Il genitore dovrà principalmente essere informato attraverso il pediatra, una ricerca accurata su Google, attraverso la lettura di libri inerenti all’argomento, su che cosa consista esattamente lo svezzamento.

La domanda che spesso ci poniamo è, se dovremmo davvero seguire i consigli dell’OMS (ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITA’)   

Il quale sostiene che fino ai 6 mesi compiuti del bambino, andrebbe allattato esclusivamente al seno.

SVEZZAMENTO BIMBI COME INIZIARE

Il significato letterario  dello svezzamento neonati è, il passaggio del bambino da un’esclusiva alimentazione lattea, ad un’alimentazione mista.

Inizialmente si passerà ad un cibo di consistenza ancora liquida, con l’introduzione di liofilizzati di carne,brodo vegetale o di carne a pranzo e a cena, mentre nel pomeriggio si potrà procedere con frutta grattuggiata o omogenizzati di frutta.

Per iniziare un corretto svezzamento neonati, l’unica regola che posso darvi e consigliarvi, è quella di seguire il vostro bambino. Assecondare il loro atteggiamento verso lo svezzamento e scoprire i suoi gusti…che non mancheranno ad arrivare!

SVEZZAMENTO BIMBI 4 MESI

Molte mamme, andranno un pò contro le direttive dell’OMS, che sostiene che lo svezzamento debba iniziare a sei mesi. Alcune cominciano a far assaggiare “qualcosina” ai loro bimbi.

Che sia l’assaggio di una minestrina o di un po di frutta, se vediamo che il bambino mentre mangiamo ci guarda interessato e cerca di afferrare il cibo, beh significa che quel bambino è interessato a ciò che stiamo facendo e mangiando e per me bisogna assecondarlo.

Che sia giusto o sbagliato propporre il cibo così piccolo, sono sincerà non lo so. Ovviamente non daremo in mano a loro una costicina di carne o un pezzo di mela, ma se seguiremo solamente la loro richiesta di curiosità e far assaggiare qualcosina, sicuramente non graverà nè alla salute del bambino nè impedirà l’assuzione esclusiva di latte materno o artificiale.

Quindi, tranquille mamme non sentitevi sbagliate, o avere la sensazione che stiate trasgredendo a delle regole, perchè non ci sono regole, ma soltanto sensazioni! Se avete la sensazione che per il vostro bambino sia arrivato il momento di assaggiare qualcosa, allora assecondatelo.

 

SVEZZAMENTO BIMBI 6 MESI

Arrivati ai sei mesi, il nostro bambino avrà acquisito sicuramente delle competenze motorie. Anche per questo è consigliabile iniziare lo svezzamento.

A sei mesi, il bambino comincia a sviluppare maggiormente la sua attività motoria oltre che quella cognitiva. Il tronco della schiena e il collo saranno più forti. Il bambino inizierà a star seduto per qualche minuto, o potrebbe anche iniziare gradualmente a gattonare. Sarà in grado di deglutire,tuttavia sarà anche in grado di afferrare oggetti come il biberon, i suoi giochi, ma anche un cucchiaio!

Per questo motivo, il bambino sarà pronto ad iniziare lo svezzamento, mentre il latte materno comincierà ad essere meno saziante per lui.

Quindi care mamma, è arivato il momento di aggiungere un posto a tavola, o meglio nel seggiolino:) e preparare le pappe!

Svezzamento: parla il Pediatra

ORARI SVEZZAMENTO

Per quanto riguarda l’ora giusta per introdurre la prima pappa,dovrai tener conto delle abitudini del bambino in base alle poppate giornaliere che fa e ai suoi orari.

La prima pappa nello svezzamento, dovrà sostituire la poppata.

E’ molto importante che il bambino prenda una routine. E’ buona abitudine quindi proporla sempre alla stessa ora.

Io consiglio di proporla a pranzo, quando anche voi mangiate, in modo che sia per tutti un bel momento di condivisione! Ultimo punto ma non meno importante è che, inizialmente la pappa andrà proposta una volta al giorno, meglio a pranzo. Dopo un mese potrai inserire anche la pappa della sera.

RICETTE PER LO SVEZZAMENTO


E adesso cosa cucino tutti i giorni?

Questa è una domanda igombrante. La macanza di idee e di tempo molte volte ci rattrista e ci stressa.

Tranquille mamme, sono qui per questo, vi darò dei consigli basilari per un alimentazione semplice, nutriente e buona. Cominciamo!

  • BRODO VEGETALE INGREDIENTI:


1 Carota

1Patata

1Zucchina oppure lattuga/bieta

PROCEDIMENTO:


Metti ad ebolizione un pentolino d’acqua, taglia a dadini patate, carote,zucchina, fai cucinare.

Una volta pronta, frulla con un mixer ad immersione la minestra. Potrai aggiungere anche un pezzetino di formaggio grana in mezzo per dare più gusto dato che non va messo il sale. Adesso potrai far mangiare solo la minestrina di verdure, oppure tenendo un po di brodino far sciogliere una delle creme a scelta di Mais, Riso, Tapioca ecc…nel brodino stando attente a non far dei grumi e successivamente aggiungere le verdure frullate.

CONDIMENTO:


-Olio extravergine d’oliva

-Grana

-Crescenza, Robiola, Philadelphia ( proponile gradualmente e non subito alla prime pappe)

  • BRODO DI CARNE INGREDIENTI: 

Prendi una carne magra come il petto di pollo, tacchino, vitello,coniglio,cavallo ecc..


1Carne bianca o rossa

1Sedano

2Pomodorini

1 Carota

PROCEDIMENTO:


Metti tutto in un pentolino, aspetta che si cucini bene la carne. Se preferisci potrai legare insieme con un filo le verdure. Una volta pronto filtra il brodo di carne con un colino. Tieni un po di brodino per frullare insieme le verdure e la carne. Otterrai così un buonissimo omogenizzato! Con il brodo invece potrai mischiare i cereali.

CONDIMENTO:


-Olio extravergine d’oliva

-Grana

-Crescenza, Robiola, Philadelphia ( proponile gradualmente e non subito alla prime pappe)

CONSIGLIO PER LA CONSERVAZIONE:

Se ti è avanzato qualcosa o ne hai fatto in più anche per il giorno dopo, ricorda di conservare il brodo in una ciotala con chiusura ermetica, in frigo per un paio di giorni. Ancora meglio conserva il frullato di verdura o di carne, dentro a dei barattolini tipo quelli degli omogenizzati, e congelali. Questo sarà davvero una salvezza contro il poco tempo, o ritardi ecc…Facendo così avrai le pappe già pronte, e organizzandoti le potrai avere anche per tutta la settimana!

UTILZZARE SOLO LE CREME DI CEREALI

Se non avete preparato nessun brodo vegetale o di carne, non c’è problema. Certo avrà magari meno gusto, ma avrà comunque le proprietà delle creme ai cereali.

INGREDIENTI:


2 Cucchiai di una crema di cereali a scelta

-Acqua tiepida

-Olio

-Formaggio grana o crema di formaggio

IMPORTANTE

 Se prima dello svezzamento vi siete tirate il latte e lo avete congelato, potrete unire il vostro latte alle creme di cereali. Per il bambino appena svezzato sarà molto gioioso riconoscere il sapore del latte della mamma nelle nuove pappe. Sarà inoltre, più facile iniziare lo svezzamento.

Vi raccomando però di seguire i giusti metodi di scongelamento del latte materno

OMOGENEIZZATO DI FRUTTA BIMBY

 

Anche la frutta presto andrà inserita nel pomeriggio, come merenda. Potrete comprare gli omogenizzati oppure prepararli in casa avrà tutto un altro sapore!

Inoltre se avete a casa il BIMBY….beh che dire, è la nostra salvezza, specialmente in termini di tempo! Si sà, quando si diventa genitori, il tempo che avevamo prima per fare TUTTO rimane un lontano ricordo….;)

Oltretutto con il Bimby, potremmo preparare ogni giorno pranzo e cena programmandolo anche con una semplice app dal telefono. Ormai non avremo più scuse!

Io ho cambiato la mia vita di desperate housewives! Ti lascio qui sotto il link se non lo hai ancora.

INGREDIENTI OMOGENEIZZATO DI MELA:

  • 1 Mela Golden
  • 3 cucchiai d’Acqua

Procedimento con Bimby:

Iniziamolavando e sbucciando una mela. Pulirla bene dal torsolo e tagliarla a tocchetti di circa 1 cm. Metterla nel boccale con l’acqua per 12 min; 80 gradi ; vel 2. Ultimata la cottura frullate per 20 sec.; vel. 10.

rocedimento in pentola:

Mondare con cura la mela e tagliarla a tocchetti di circa 1 cm. Mettere in un pentolino con l’acqua e lasciare cuocere per circa 30 minuti (o fino a quando il frutto non è tenero e ben cotto) a fuoco lento e mantenendo mescolato. Frullare con il frullatore ad immersione fino ad ottenere una purea senza grumi.

procedimento al vapore:

Mettete la vostra frutta, sempre ben lavata in una vaporiera e cuocete per 15 minuti. Frullate e invasate.

Ed infine…

Usate possibilmente frutta biologica. I vostri omogenizzati di frutta si conservano in frigorifero fino a tre giorni. Potete riciclare i vasetti in vetro degli omogenizzati da 100 g o usare dei vasetti di plastica.

Questa con la mela è une ricetta base ma potete usare tutta la frutta che volete tipo:

  • Pera
  • Mela e fragola
  • Mela pera albicocca
  • Frutta mista (albicocca, pesca, mela, limone, frutti di bosco, ciliege)

Per i frutti “allergeni” (fragole, kiwi, frutti di bosco..). Andateci con calma. Iniziate con magari una fragola con una mela…

E’ possibile che rimangano dei pezzetti o semini vari (tipo dei lamponi), potete passare con un colino la purea ottenuta.

Se usate il frullatore ad immersione lasciate riposare almeno due ore il composto battendolo sul piano per far uscire le bolle d’aria ed evitare fastidiosi problemi di pancia ai vostri cuccioli.

Potete mettere qualche goccia di limone. Io ho usato gli agrumi solo dopo il nono mese ma, se avete dubbi chiedete al pediatra.

La consistenza degli omogenizzati di frutta fatti con e senza bimby può variare da quanta acqua avete messo e da quanta ne rilascia la frutta stessa. Se usate il Bimby, per addensare, azionate il varoma per 5 minuti, velocità 1, senza misurino. Eventualmente ripetete l’operazione. Utilizzando il pentolino, invece, continuate la cottura ma sempre a fuoco lento per non alterare troppo i principi nutrizionali.

Questa ricetta dell’omogenizzati di frutta è ottima per fare un succo di frutta espresso e genuino! Aggiungete acqua per diluite il composto! Il gioco è fatto!!!!

Proponete ai vostri figli dei gusti nuovi, vi potrebbero stupire! Se hai trovato utile l’articolo, condividilo, sarà d’aiuto a tutte noi mamme!

Lascia un commento